News

07/11/2020

Cgil Cisl e Uil: più investimenti su salute, welfare e scuola

Venerdì 6 novembre Cgil, Cisl e Uil sono scese in piazza per sensibilizzare la cittadinanza su salute, sociale, lavoro e scuola, quattro punti fondamentali della piattaforma presentata alcuni giorni fa. I sindacati chiedono l'attivazione dei tavoli prefettizi e più investimenti sul territorio per garantire una piena efficienza del sistema sanitario e di conseguenza di quello sociale e lavorativo. Michele Piga, segretario provinciale della Cgil, assieme a quelli di Cisl e Uil Luciano Bordin e Antonio Rodà, ha spiegato che «il volantinaggio in Capo di piazza era una delle tappe di un percorso durato due settimane con il focus sulla sanità e nel corso delle quali abbiamo avuto un riscontro importante dalla cittadinanza. Ora affronteremo il tema del sociale incalzando il Comune sulle ricadute della pandemia sulle fasce più deboli». Piga ha poi sottolineato che «adesso serve uno scatto di Asugi. Il virus è stato un ottimo insegnante nella prima fase, gli scolari - ovvero chi gestisce la sanità - non però sono stati bravi studenti. Dobbiamo investire sulla sanità puntando anche alla riduzione delle liste d'attesa visto per evitare che le ricadute del Covid sulle altre patologie siano più gravi di quelle dirette del virus».