News

31/01/2019

Taglio paghe in sanità, sindacati pronti a dar battaglia

Sui tagli al costo del personale della sanità, i sindacati sono pronti a dare battaglia e dicono chiaramente che l'alternativa al non accordo è lo sciopero, in scia allo stato d'agitazione già indetto. In ballo la questione del tetto stabilito per il 2019 per ciascuna azienda, con un taglio dell'1% rispetto alla proiezione dei costi del personale al 31 dicembre dello scorso anno: i 946 milioni e 99 mila euro spesi nel 2018 dalle aziende sanitarie, dal Burlo e dal Cro di Aviano, nelle intenzioni, dovrebbe portare a un risparmio di nove milioni e 480 mila euro. Il taglio per l'AsuiTs sarebbe di un milione e 964 mila euro. Francesca Frattiani della Cgil spiega che «con l'azzeramento del disagio, ovvero la maggiorazione del pagamento dei turni, oltre al problema dei tagli al personale, siamo di fronte a una vera e propria decurtazione dello stipendio. E noi non siamo disposti a fare alcun passo indietro. Se a marzo la situazione precipiterà incroceremo le braccia».