News

22/01/2019

Case di riposo, lo Spi Cgil chiede un incontro urgente con l'assessore Riccardi

Dall’Assemblea generale dei pensionati Spi Cgil di Trieste tenutasi nei giorni scorsi, all’interno di un ampia e articolata discussione, è emerso un deciso impegno a rispondere alla crescente domanda di rappresentanza sociale determinata dall’aumento della popolazione anziana. In questo quadro lo Spi Cgil di Trieste ritiene fondamentale porsi l’obiettivo di rivendicare dalle Istituzioni preposte maggiori risorse economiche da destinare alla rete dei servizi territoriali e dell’assistenza domiciliare integrata.
Lo Spi Cgil prende atto, con forte preoccupazione, della recente relazione del Dipartimento di Prevenzione sulle case di riposo per gli anziani di Trieste, che ha messo in luce una situazione drammatica nella qualità dei servizi erogati in 33 residenze. Da questo punto di vista, i numerosi casi di infezione da scabbia registrati non hanno fatto che aumentare l’allarme sull’argomento.
Per queste ragioni lo Spi Cgil di Trieste ha chiesto, unitariamente con i sindacati pensionati di Cisl e Uil, un incontro urgente con l’assessore regionale Riccardi, nel corso del quale verrà anche richiesta la verifica dell’attuazione della Legge regionale relativa alla classificazione delle case di riposo. Se dall’assessore regionale Riccardi non arriveranno, nei prossimi giorni, segnali di disponibilità all’incontro, l’Assemblea generale dello Spi Cgil ha deciso di farsi promotore di una campagna di mobilitazione che porti ad una manifestazione di protesta pubblica unitaria al fine di tutelare gli interessi e i diritti delle persone anziane.